Conclave, messa pro eligendo terminata. Sodano: Dio ci conceda Papa dal cuore generoso

Il decano Sodano ha ringraziato per il «luminoso pontificato» di Benedetto XVI. Nel pomeriggio il voto: la prima fumata sarà nera

 

ROMA – Da stasera ci restano solo i segnali di fumo. Gli occhi del mondo saranno puntati al comignolo sopra la Sistina: verso le 20 è attesa la prima fumata, con ogni probabilità sarà nera. Gli elettori del nuovo Papa, 115 in tutto, saranno per allora tagliati fuori. Prima però c’è il complesso rituale dell’avvio di conclave. I cardinali si sono trasferiti di prima mattina alla casa Santa Marta, dove pernotteranno per tutta la fase elettorale. Alle 10 è iniziata la messa “Pro eligendo Pontifice”, presieduta dal decano Angelo Sodano, che è durata quasi due ore. Il rito è stato concelebrato da tutti i cardinali, elettori e non elettori, che hanno baciato l’altare. In veste rossa, rocchetto e mozzetta, con in testa la mitra bianca damascata, i cardinali si sono disposti ai due lati del presbiterio.

La Messa pro eligendo è stata celebrata in latino, ma alcune parti sono state pronunciate in altre lingue: la prima lettura in inglese, il salmo in italiano, la seconda lettura in spagnolo. Il Vangelo è invece cantato e pronunciato in latino. Pronunciate preghiere in francese, swahili (lingua di molti Stati africani), portoghese, malayalam (lingua parlata in India, principalmente nel Kerala) e tedesco.

Preghiera per Ratzinger. Il card. Angelo Sodano ha ringraziato Dio «per la amorosa assistenza che sempre riseva alla sua Chiesa e in particolare – ha detto – per il luminoso pontificato che ci ha concesso con la vita e le opere dell’amato e venerato Benedetto XVI, al quale in questo momento – ha detto – rinnoviamo tutta la nostra gratitudine».

L’omelia. La Chiesa è chiamata alla carità, e la «massima opera di carità è l’evangelizzazione». Lo ha affermato il decano del collegio cardinalizio Angelo Sodano nell’omelia. «L’amore – ha detto – si fa particolarmente notare per nel contatto con la sofferenza, l’ingiustizia, la povertà, e con tutte le fragilità dell’uomo, sia fisiche che morali». È l’amore di Dio, ha detto Sodano, che «spinge i pastori della Chiesa a svolgere la loro missione di servizio agli uomini di ogni tempo, dal servizio caritativo più immediato al servizio più alto, quello di offrire agli uomini la luce del Vangelo e la forza della grazia». Sodano ha anche ricordato l’enciclica di Paolo VI, «Populorum progressio», che afferma che l’annuncio di Cristo è il primo e principale fattore di sviluppo. L’amore che la Chiesa deve portare agli uomini, ha osservato ancora il card. Sodano, «si fa particolarmente notare nel contatto con la sofferenza, l’ingiustizia, la povertà, con tutte le fragilità dell’uomo, sia fisiche che morali». E ha citato la enciclica di Giovanni Paolo II, “Dives in misericordia”. Il card. Sodano ha poi citato il messaggio di Benedetto XVI per la quaresima di quest’anno.

Appello all’unità. Un richiamo all’unità della Chiesa, nella «diversità dei doni» è giunto dal decano dei cardinali, Angelo Sondano, nella stessa omelia della messa «Pro eligendo romano pontifice». Commentando la lettera di san Paolo agli Efesini, in cui si parla della unità per edificare la Chiesa, il cardinal Sodano ha osservato che «san Paolo ci insegna che tutti noi dobbiamo collaborare ad edificare l’unità della Chiesa, poiché per realizzarla è necessaria “la collaborazione di ogni giuntura, secondo l’energia di ogni membro”». «Tutti noi dunque – ha detto il cardinal Sodano – siamo chiamati a cooperare con il successore di Pietro, fondamento visibile di unità ecclesiale».

Il nuovo Papa. «Preghiamo perché il Signore ci conceda un Pontefice che svolga con cuore generoso la luminosa missione» di «presiedere la carità». Questo l’invito del cardinale Angelo Sodano a conclusione dell’omelia. Per questa sua preghiera Sodano ha invocato la «intercessione di Maria Santissima» e «di tutti i martiri e i santi che nel corso dei secoli hanno reso gloriosa – ha detto – questa chiesa di Roma».

Alcune centinaia di fedeli, nonostante la pioggia, hanno deciso di essere in Piazza S.Pietro per seguire la S.Messa officiata dai 115 cardinali nella basilica. Le poche persone presenti nella piazza hanno seguito la celebrazione sui quattro maxischermi collocati in occasione delle dimissioni di Benedetto XVI. Sono per lo più stranieri e religiosi, in particolare suore (clicca qui per le foto).

Nel pomeriggio. Per le 16,30, è prevista la processione che partirà dalla cappella Paolina per arrivare fino alla Sistina fra le pareti affrescate di Michelangelo.

LA MEDITAZIONE
A dare l’“extra omnes” sarà il maestro delle celebrazioni liturgiche. Dopo una meditazione tenuta dal cardinale Prosper Grech, potranno avere inizio le elezioni. Se tutto va come previsto, una prima votazione avrà luogo già in serata e «difficilmente avrà esito positivo» ha spiegato padre Federico Lombardi, il portavoce vaticano. Secondo lui per oggi «c’è da aspettarsi la fumata nera».

LA VIGILIA
La vigilia è stata calda: nell’ultima congregazione generale, il cardinale Tarcisio Bertone, nelle vesti di presidente della Commissione cardinalizia di Vigilanza ha fatto una relazione sullo Ior. Evidentemente i porporati arrivati da tutto il mondo volevano saperne di più sulla situazione dell’Istituto per le Opere di religione, dopo il riassetto con la recente nomina di Ernst von Freyberg alla presidenza del board e la cacciata di Gotti Tedeschi.

Quello di Bertone – nelle parole di Lombardi – è stato un resoconto «conciso» sulla natura dello Ior e il «procedimento di inserimento nel sistema internazionale dei controlli Moneyval» contro il riciclaggio. Ce n’è abbastanza perché qualcuno, come il nigeriano Onaiyekan dia voce alle sue preoccupazioni: «Lo Ior non è essenziale al ministero del Santo Padre come successore di Pietro – ha detto l’arcivescovo di Abuja – Non mi pare che San Pietro avesse una banca…».

Il Messaggero.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...